Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

“Vaiolo delle scimmie? Tutti casi di Herpes Zoster post-farmaco”

La clamorosa scoperta del Dott. Giuseppe Barbaro

Radio Radio – Redazione, 7 ago 2022

Morta una pandemia, se ne fa un’altra. Dopo il Covid-19, non si fa altro che parlare del vaiolo del scimmie, tanto che anche in Italia si comincia già a parlare di vaccinazioni. Ma viste le scoperte che si sono fatte sul Coronavirus e che hanno portato a mettere in dubbio la ‘scienza’ mainstream, è lecito chiedersi se anche in questo caso non sia stata detta tutta la verità. La risposta arriva dal Dott. Giuseppe Barbaro, già in prima linea nel combattere la disinformazione in materia di Covid.

“Voglio dare una testimonianza critica. In primis, ho un paziente per il quale era stato sospettato il vaiolo delle scimmie e che ho trattato io personalmente per un Herpes Zoster. Poi, ho una testimonianza da parte di un collega del San Matteo di Pavia, il quale mi ha detto che tutti i cosiddetti ‘vaioli delle scimmie’ sono Herpes Zoster in sieropositivi, nei quali la sindrome da immunodeficienza indotta dal vaccino ha portato alla risalita della virulenza dell’HIV, per cui risultano positivi con carica virale alta e sono ritornati praticamente a prima dell’introduzione della terapia antiretrovirale, dove ovviamente tra le manifestazioni cutanee c’era anche l’Herpes Zoster. Esistono anche forme di Herpes Zoster molto estese e sono fatte passare quasi tutte per una nuova malattia perché devono mascherare l’evidente fallimento del vaccino, che ha indotto questa nuova sindrome da immunodeficienza acquisita che comporta la riattivazione. Si tratta quindi di un’enorme menzogna”.

Inevitabile il riferimento anche all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che Barbaro dubita debba continuare a essere finanziata: “Non è possibile che un’organizzazione fondamentalmente privata debba condizionare la politica sanitaria di una Nazione. Dobbiamo invece avere noi degli osservatori epidemiologici indipendenti, formati da scienziati anche internazionali senza conflitti di interessi ed eventualmente anche con la supervisione di un magistrato. Ma la politica sanitaria ce la possiamo gestire benissimo da soli.

Il professore israeliano Shmuel Shapira: “L’epidemia di vaiolo è collegata ai vaccini mRNA” è censurato ma non silenziato

Rhoda Wilson, 

Il professor Shmuel Shapira, uno dei principali scienziati israeliani, ha suggerito in un tweet che l’epidemia di vaiolo delle scimmie è collegata ai vaccini mRNA. Twitter è subito entrato in azione e ha costretto il Dottore a cancellare il suo messaggio se voleva continuare a utilizzare la loro piattaforma.

Il professor Shmuel Shapira, MD, MPH, è stato direttore generale dell’Istituto israeliano per la ricerca biologica (“IIBR”) tra il 2013 e il 2021, dove ha guidato gli sforzi di Israele per sviluppare un vaccino Covid.

Il dottor Shapira è anche il fondatore e capo del Dipartimento di Medicina Militare della Facoltà di Medicina dell’Università Ebraica e del Corpo medico dell’IDF. Inoltre, è Senior Research Fellow presso l’International Institute for Counter-Terrorism (ICT) presso la Reichman University in Israele.

Shapira è stato in precedenza vicedirettore generale della Hadassah Medical Organization e direttore della Hadassah School of Public Health dell’Università Ebraica. È un colonnello (Ris.) nelle Forze di difesa israeliane (IDF) e ha servito come capo della divisione trauma dell’IDF.

Ha pubblicato più di 110 articoli scientifici peer-reviewed a. È editore di Essentials of Terror MedicineBest Practice for Medical Management of Terror Incidents e Medical Response to Terror Threats .

La scorsa settimana, Twitter ha censurato il Prof. Shapira, che è stato “ferito fisicamente” dopo il suo terzo vaccino Pfizer, e lo ha costretto a rimuovere un post che diceva: “I casi di vaiolo scimmia sono stati rari per anni. Negli ultimi anni è stato documentato un solo caso in Israele. È ben noto che i vaccini mRNA influiscono sul sistema immunitario naturale. Un focolaio di vaiolo delle scimmie a seguito di una massiccia vaccinazione contro il covid: *Non è una coincidenza.

Leggi di più:

Il dottor Eli David su Twitter

Il Prof. Shapira è stato la forza trainante del programma israeliano per lo sviluppo del proprio vaccino è stato colui che ha convinto le autorità a il programma nell’ambito dell’IIBR, nonostante il fatto che l’istituto sia sempre stato concepito ed per il vaccino Soddisfare le esigenze di difesa e sicurezza. Nel maggio 2021, il professor Shapira ha lasciato inaspettatamente il suo ruolo di direttore dell’IIBR.

Nel febbraio 2022, il Ministero della Salute israeliano (MoH) ha pubblicato i risultati di un sondaggio su circa duemila persone, 3-4 settimane dopo aver ricevuto la terza dose del “vaccino Covid” Pfizer/BioNTech. Il sondaggio ha chiesto informazioni sugli eventi avversi che le persone hanno sperimentato dopo la vaccinazione. “I risultati sono assolutamente devastanti per il programma di vaccinazione contro il Covid-19 e per la spinta ai mandati di vaccinazione”, ha scritto Jackanapes Junction .

Nel maggio 2022 il professor Shapira ha twittato di aver ricevuto tre dosi di iniezione di Covid ed è stato ferito “in modo molto significativo poiché molti altri sono rimasti feriti”.

Prof Shmuel C. Shapira MD MPH su Twitter

A giugno ha twittato che avrebbe continuato a chiedere “perché somministrare un quinto vaccino obsoleto che non previene le malattie e apparentemente causa molti effetti collaterali significativi e comuni”.

Prof Shmuel C. Shapira MD MPH su Twitter

Il 28 luglio, il Prof. Shapira ha twittato: “[Twitter] mi ha avvertito di rimuovere il collegamento [monkeypox] a [Covid-19]. Ogni giorno capisco meglio dove vivere e in quale anno”.

Il 4 agosto, il Prof. Shapira ha twittato: “La vittoria sarà nostra. L’incantesimo sta svanendo e la scioccante verità sui vari danni ed effetti collaterali si sta rivelando.

Domenica, il Prof. Shapira ha twittato: “Quindi ora ho più follower della pagina Twitter del Ministero della Salute israeliano”.


“Danneggiato dal vaccino, serve una commissione d’inchiesta”. La denuncia del super-esperto di vaccini

Il Paragone – Nicky Ionfrida, 9 ago 2022

Il professor Shmuel Shapira (dottore in medicina con master in sanità pubblica, oltre alla carica di colonnello), ha dichiarato di essere stato danneggiato fisicamente dopo tre dosi del vaccino anti-Covid di Pfizer, scatenando una serie di reazioni a catena sul web. Il professionista, che è stato anche il Direttore dell’Israel Institute for Biological Research tra il 2013 e il 2021, guidando Israele per sviluppare un vaccino contro il coronavirus, è anche il fondatore e capo del Dipartimento di Medicina Militare della Facoltà di Medicina della Hebrew University e del Corpo Medico dell’IDF. Ha fatto scalpore anche la sua recente affermazione sullo stretto collegamento tra la nuova epidemia di vaiolo delle scimmie e vaccinazione anti-Covid.

Le cariche ricoperte dal super esperto

Un curriculum di tutto rispetto quello di Shmuel Shapira, che lo vede anche Senior Research Fellow presso l’Istituto Internazionale per l’Antiterrorismo (ICT) dell’Università Reichman in Israele.
In precedenza, Shapira è stato vicedirettore generale dell’Organizzazione medica Hadassah e direttore della Scuola di salute pubblica Hadassah dell’Università Ebraica. È colonnello ordinario (Res.) delle Forze di Difesa Israeliane (IDF) e ha ricoperto il ruolo di capo della sezione traumi dell’IDF. Inoltre, il professore ha pubblicato più di 110 articoli scientifici con revisione paritaria ed è l’editore di Essentials of Terror Medicine, Best Practice for Medical Management of Terror Incidents e Medical Response to Terror Threats. Non proprio quello che si può definire un “complottista”, insomma.

La censura di Twitter su un post sul vaiolo delle scimmie

Proprio la scorsa settimana Twitter ha deciso di censurare il Prof. Shapira, costringendolo a rimuovere un post i cui affermava che “I casi di vaiolo delle scimmie sono stati rari per anni. Negli ultimi anni è stato documentato un solo caso in Israele. È ormai assodato che i vaccini a mRNA influenzano il sistema immunitario naturale. Un’epidemia di vaiolo delle scimmie in seguito a una vaccinazione massiccia di covid: *Non è una coincidenza”. Un po’ quello che hanno asserito anche il Prof. Giovanni Frajese ed il Prof. Giuseppe Barbaro, esperti in collaborazione con il partito di Gianluigi Paragone, ItalExit.

Le critiche di Shapira verso Pfizer

Il Prof. Shapira, che ha aperto il suo account Twitter nel gennaio 2022, è diventato sempre più critico nei confronti dei vaccini a mRNA da quando ha denunciato per la prima volta il premio Genesis israeliano consegnato al CEO di Pfizer, Albert Bourla. Il 18 gennaio 2022, infatti, l’esperto ha dichiarato che: “Il Premio Genesis israeliano è stato dato all’amministratore delegato di Pfizer, così miserabile, invece di darlo a uno scienziato israeliano, e tutto questo per un vaccino mediocre e di breve durata che ha fruttato alla Pfizer un profitto di miliardi, un miserabile ed esiliato. Bourla sarà ora nominato Re di Israele. Vi ricordo che Israele vaccinato è al quarto posto per numero di malati di corona-virus nel mondo. C’è un campionato!”. Ma non solo. Il 6 febbraio 2022 Shapira ha chiesto:

“Che voto dareste a un vaccino con cui le persone vengono vaccinate tre volte e si ammalano due volte (ad oggi)? Per non parlare dei significativi effetti collaterali”. E ancora, il 9 aprile 2022 Shapira ha dichiarato:

“L’amministratore delegato dell’azienda, i cui milioni di vaccini sono stati utilizzati in Israele per le vaccinazioni, ha dichiarato in un’intervista alla NBC che Israele funge da laboratorio mondiale. Per quanto ne so, questo è il primo caso nella storia in cui le cavie sperimentali hanno pagato una tariffa esorbitante per la loro partecipazione“.

Danneggiato fisicamente dal vaccino Pfizer

Il 13 maggio 2022 arriva la bomba, riportata anche dalla testata locale Israel Hayom. Shapira scrive un post su Twitter in cui dice testualmente: “Ho ricevuto 3 vaccinazioni, sono stato danneggiato fisicamente in modo molto significativo come molti altri sono stati lesionati. E inoltre, la mia fiducia nella natura delle decisioni e nei processi per prenderle è stata gravemente erosa. Nessuno ha chiesto e controllato. Mi batterò con tutte le mie forze affinché vengano date risposte veritiere su tutte le decisioni e non solo sul vaccino”. Al tweet si susseguono numerose altre critiche, tutte in linea con i legittimi dubbi posti in Italia dal partito del Sen. Paragone, ItalExit. Rimandiamo a questo articolo per la lista completa dei post tradotti.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...